17° Florence Korea Film Fest

Il cinema coreano a Firenze
Featured Image

Dal 21 al 29 di marzo avrà luogo, a Firenze, la diciassettesima edizione del Florence Korea Film Fest, kermesse interamente dedicata al cinema coreano e organizzata, come ogni anno, dall’Associazione Culturale TAKEUGI Exchange of Tuscan and Korean Cultures. Ospiti speciali di quest’anno saranno il regista Kim Jee-woon e l’attore Jung Woo-sung. Quello di Jee-woon non risulterà certo un nome nuovo, essendo la sua filmografia costellata di diversi film di genere che anche in Italia abbiamo avuto modo di apprezzare, come l’horror Two Sisters, l’omaggio al western nostrano Il buono, il matto e il cattivo, il gangster movie Bittersweet life e il più recente Illang, remake live action dell’anime Jin-roh – Uomini e lupi distribuito da Netflix, che sarà inoltre proiettato in sede di festival. Senza poi dimenticare il thriller I saw the Devil, ancora inedito in Italia. Per quanto riguarda Jung Woo-sung, interprete di grande talento, è stata fatta una selezione di cinque titoli dedicata alla sua carriera, che comprende tra gli altri, oltre al succitato Illang, il thriller erotico Scarlet Innocence (2014) di Yim Pil-sung e l’action Asura: The City of Madness (2016) di Kim Sung-su. Entrambi gli ospiti saranno poi presenti per partecipare ad una Masterclass, in programma sabato 23 alle ore 11:00, per ripercorrere insieme al pubblico, le tappe fondamentali della loro carriera.

Sia la Masterclass che le proiezioni avranno luogo presso il Cinema La Compagnia di Firenze, in via Cavour 50/r. Quest’anno il FKFF17 presenterà la bellezza di 45 titoli, tra corti e lungometraggi, la maggior parte in prima italiana ed europea. Tra le novità interne al festival vi è K-Society, una nuova rassegna comprendente quattro film che, attraverso diversi generi, esplorano la società coreana e le sue contraddizioni, toccando tematiche sociali come la realtà degli ambienti scolastici ipercompetitivi, la discriminazione della donna e degli omosessuali e lo sfruttamento della manodopera a basso costo nel mondo del lavoro. Confermate invece le altre quattro sezioni a tema dei precedenti anni: Orizzonti Coreani, dedicata ai grandi nomi e ai film campioni d’incassi in patria e premiati nei festival di tutto il mondo; Indipendent Korea, in cui si dà spazio ai lavori di autori giovani ed emergenti; la sezione Corto, Corti, dedicata ai cortometraggi provenienti dai maggiori festival in patria; infine, dulcis in fundo, il consueto appuntamento con la Notte Horror, in programma mercoledì 27 marzo alle 22.30, dove sarà proiettato il mockumentary diretto da Jung Bum-sik, Gonjiam – Haunted Asylum, di cui è già disponibile una nostra entusiasta recensione.

Il FKFF17 sarà inoltre occasione per partecipare a diversi appuntamenti trasversali alle rassegne cinematografiche. Dal 20 al 30 marzo sarà possibile visitare, presso lo IED (Istituto Europeo di Design) di Firenze, la mostra 100 anni di Cinema Coreano (ingresso libero), dove saranno esposti trenta manifesti omaggianti i registi e i film più iconici del k-cinema. Il 28 marzo, per la Cerimonia di chiusura del festival, il pubblico potrà poi godere della performance dei Seoul City B-Boy (Gamblerz Crew), una compagnia di ballo vincitrice in 15 anni di circa 40 competizioni a livello mondiale. Questi e tanti altri eventi accompagneranno fino in fondo una kermesse che da ormai tanto tempo offre il meglio del meglio del grande cinema coreano. Per ulteriori informazioni vi indirizziamo ai link del sito ufficiale FKFF , del programma e della biglietteria.