Featured Image

Rampage – Furia animale

2018
Titolo Originale:
Rampage
REGIA:
Brad Peyton
CAST:
Dwayne Johnson (Davis Okoye)
Naomie Harris (Kate Caldwell)
Malin Åkerman (Claire Wyden)

Il nostro giudizio

Rampage – Furia animale è un film del 2018, diretto da Brad Peyton

Parliamoci chiaro: Quando un film con Dwayne Johnson esce nelle sale, sappiamo già cosa aspettarci. Distruzione, azione e intrattenimento fine a se stesso. Non che questo sia un male, sopratutto se lavorando con questi elementi, ti avvali di un genere sempre avvincente come la fantascienza. La credibilità, sopratutto nei film di Brad Peyton, viene immediatamente sospesa per fare spazio a situazioni al limite dell’assurdo. Un esempio di tutto ciò è la sua ultima pellicola, ovvero Rampage – Furia animale che, nonostante i suoi difetti, si offre come un prodotto divertente e tutto sommato dignitoso. La storia narra di Davis Okoye, un uomo che condivide un profondo e sincero legame con George, un gorilla silverback straordinariamente intelligente del quale si occupa dalla nascita. Un rischioso esperimento genetico e dai risultati catastrofici trasforma la gentile scimmia in un’enorme creatura furiosa. A peggiorare le cose, ben presto si scopre che altri animali sono stati modificati allo stesso modo. Mentre questi nuovi predatori alfa devastano il Nord America, distruggendo ogni cosa che incontrano lungo il proprio cammino, Okoye farà squadra con uno screditato ingegnere genetico per creare un antidoto, facendosi strada attraverso un campo di battaglia in continua evoluzione, non solo per impedire una catastrofe globale, ma per salvare lo spaventoso primate che una volta era suo amico.

Come detto all’inizio, da un film del genere non puoi aspettarti più di tanto, sopratutto dal punto di vista narrativo. La sceneggiatura, per quanto riesca a intrattenere lo spettatore, vive di scenari fragili e personaggi che scompaiono senza neanche un valido motivo. Tolto questo, Rampage – Furia animale gode di un ottimo comparto tecnico, che riesce, perlomeno a far passare due ore piacevoli e avvincenti. Complici anche gli effetti speciali con cui sono state ricreate le numerose creature, che bucano sin da subito lo schermo. Attraverso queste figure timorose e mastodontiche, Peyton sceglie la carta del citazionismo, partendo con King Kong, per finire, in maniera alquanto scontata, ma pur sempre piacevole, con la creatura per eccellenza, ovvero Godzilla. Ci sono, per esempio, due scene che ricordano non poco l’ultima pellicola diretta da Gareth Edwards. Vedere per credere.

Dwayne Johnson dimostra di crederci sin dalle prime scene, ma è la classica interpretazione a cui ormai siamo già abituati, fatta di sorrisi ammiccanti e sguardi intimoriti. Pretendere troppo da una pellicola come Rampage – Furia animale significa sbagliare in partenza, per cui è necessario giudicarla per quello che è: Brad Peyton costruisce uno spettacolo allettante, di puro intrattenimento, che nonostante i numerosi difetti si lascia guardare con piacere. All’interno del suo universo, il monster movies, può sicuramente dire la sua, specie se confrontato con film già usciti quest’anno, come il nuovo capitolo di Pacific Rim diretto da Steven De Knight. Non che questo sia migliore, ma ci siamo quasi.